Monday, April 09, 2012

Lunedì dell'Angelo sopra Berlino



Voi,
voi che noi amiamo,
voi non ci vedete,
non ci sentite,
ci credete molto lontani
eppure siamo così vicini.
Siamo messaggeri che portano la vicinanza
a chi è lontano,
siamo messaggeri che portano la luce
a chi è nell'oscurità,
siamo messaggeri che portano la parola
a coloro che chiedono.
Noi siamo luce,
noi siamo messaggio:
siamo i messaggeri.
Noi non siamo niente,
voi siete il nostro tutto.
Lasciateci vivere nei vostri occhi,
guardate il vostro mondo attraverso noi,
riconquistate insieme a noi
lo sguardo pieno d'amore,
allora noi
saremo vicini a voi
e voi
a Lui.

4 comments:

Anonymous said...

"....Come fui sul monte e arrivai al sole
dalla nebbia della valle.
Il fuoco ai bordi del pascolo.
Le patate nella cenere.
Il capannone delle barche sul lago.
La Croce del Sud; l'Oriente lontano.
Il grande Nord; l'Ovest selvaggio.
Il grande lago dell'Orso.
Le isole Tristan da Cunha.
Il delta del Mississippi.
Stromboli.
Le vecchie case di Charlottenburg.
Albert Camus.
La luce del mattino.
Lo sguardo del bambino.
Andare ad abbeverarsi alla cascata.
Le macchie delle prime gocce di pioggia.
Il sole.
Il pane e il vino.
Il saltello.
Pasqua.
Le venature dei fogli di carta.
L'erba che si muove.
I colori delle pietre.
I ciottoli sul letto del ruscello.
La tovaglia bianca all'aria aperta.
Il sogno della casa nella casa.
Il vicino che dorme nell'appartamento accanto.
La quiete della domenica.
L'orizzonte.
La luce della stanza nel giardino.
Volare di notte.
Andare in bici senza mani.
La bella sconosciuta.
Mio padre.
Mia madre.
Mia moglie.
Mio figlio...."

Un Angelo-"Il Cielo Sopra Berlino"


Francesca

laura said...

ma, dimmi, tu scrivevi questo, mentre io scrivevo quello? e non sapevo che scrivevi questo? o_o

Paolo Vites said...

ma io sapevo che tu sapevi questo. vedi gli angeli che scherzi che fanno

laura said...

:-)