Thursday, September 11, 2014

Mele marce, telefoni a gettoni e canzoni rock

"Corporation sucks" era solo uno dei tanti slogan di quando la musica rock urlava orgogliosa la sua indipendenza. Fantasie da hippie fuori tempo massimo o da punkettari sognatori si dirà, in un mondo dove anche la musica rock non può fare a meno del motore propulsore del capitalismo e dove star come David Bowie si quotano a Wall Street. Se poi uno come Paul McCartney sia arrivato a fatturare più della British Airways si capirà come certi discorsi siano contradditori o ipocriti davanti alla realtà in cui ci muoviamo ed esistiamo.

La Apple poi è la creatura di un ex hippie, uno che è stato fidanzato con Joan Baez che era stata fidanzata di Bob Dylan, che dello stesso Dylan faceva collezione di registrazioni pirata e si faceva anche un sacco di spinelli. Che questo ex hippie secondo certe notizie piuttosto attendibili poi abbia instaurato un sistema aziendale basato sullo sfruttamento del lavoro nel terzo mondo, lo spionaggio industriale, il licenziamento coatto di chi lo contraddiceva, ci fa scandalo? Un po' sì, in effetti. La Apple non ha in realtà niente di diverso oggi dalle grandi corporazioni industriali che hanno fatto il bello e il cattivo tempo nel mondo, più spesso il cattivo tempo in realtà.


Ma non è questo il punto. Il punto è che la presenza degli U2, una band nata in piena etica punk, quella del "do it yourself" (fattelo da solo, in sostanza), in tempi non sospetti sia apparsa sul palco della Apple al termine della presentazione del nuovo prodotto, l'iPhone 6, questa volta in coppia anche con un orologio, suscita scompensi emotivi e sta aprendo dibattiti e discussioni nel mondo della Rete.

CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

6 comments:

Marco Goi said...

se clicco su CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO
mi esce: Sorry, the page you were looking for in this blog does not exist.

quanto agli U2, hanno fatto una gran bella operazione di marketing, anche se niente di nuovo (jay-z e beyoncé e in passato pure i radiohead avevano già fatto esperimenti di marketing 2.0 del genere). certo però che, avendo dedicato pure il nuovo singolo a joey ramone, di spirito punk in tutto questo c'è ben poco.

Paolo Vites said...

corretto il link, scusa. nel pezzo infatti si parla anche di radiohead, una operazione la loro
del tutto diversa

luigi said...

Tante volte ci siamo chiesti se il rock , per come lo abbiamo conosciuto,fosse morto.
Credo di si e adesso abbiamo anche la data.

Giova said...

1st premessa: mai stato un grande fan degli U2, anche se ammetto che hanno scritto alcune grandi, grandissime canzoni, almeno fino ad Achtung Baby

2nd premessa: non mi interessa parlare di Apple quindi se scrivo queste righe è per amore della musica. Io sono un grande fan di Apple, ma capisco che per i puristi sia come il demonio

Ma davvero c'è stato un tempo più puro di ideali nella musica rock? Dal tuo stesso articolo si evince di no: che la musica cosiddetta leggera abbia raggiunto vette di eccellenza artistica è indubbio ma non è declinabile esclusivamente al passato, al mezzo di trasmissione, come se finita l'epoca del vinile sia finita l'epoca dell'ideale. Da quando McKinley Morganfield si trasferì a Chicago il connubio con l'industria discografica (coi suoi risvolti di fama e ricchezza personale per artisti, produttori e mecenati) è inscindibile, ma ancora oggi, leggi Amy Winehouse o Radiohead, si possono trovare esempi di lealtà con il proprio talento, anche al di là delle vicende personali. Il sistema sembrerebbe non avere l'ultima parola sull'umano nell'uomo. Non mi dilungo, sai queste cose meglio di me e le sai sicuramente esprimere meglio

La domanda è: cui prodest (il tuo articolo)?

coi migliori saluti e con inalterabile senso di gratitudine

G.

Andrea Peviani said...

Più che d'accordo con te, amico...

http://conventionalrecords.wordpress.com/2014/09/12/dichiarazione-di-conventional-records-sul-gadget-della-apple-inc-denominato-songs-of-innocence/

jesus's inferno said...

triste..
questi falsi eroi sono piu'pericolosi di chi e´ una merda ed esce a viso scoperto :) gli u2 e la loro musica scadente , la apple con la sua informatica per hipster con il portafoglio pieno.. dio li fa poi li accoppia per generare piu'soldi e parlare e inquinare e rendere questo mondo peggiore di quello che e', e passare anche per geni, eroi e santi..ah come mi fanno inkazzare queste cose e come fa la gente a non capire.. bell´articolo tutti i giornali dovrebbero parlare cosi ma no tutti dicono bugie e i pesci abboccano e comprano :(

Sympathy for the Lord

"Non puoi combattere la musica gospel. Non puoi combattere una Messa di Beethoven, o l'altezza delle guglie di una cattedrale. Non ...