Thursday, March 01, 2012

Cosa sarà

Per un musicista, la morte che ogni musicista desidera. La sera prima un concerto, la sera dopo ce ne sarebbe stato un altro. In mezzo, la morte. Che come diceva sempre Lucio Dalla, è solo il secondo tempo.On the road, in mezzo alla musica, come tutta la sua vita, all'ombra di un desiderio. Era un uomo buono.


Foto di Paolo Brillo


Cosa sarà
che fa crescere gli alberi la felicità
che fa morire a vent'anni
anche se vivi fino a cento
cosa sarà a far muovere il vento
a fermare un poeta ubriaco
a dare la morte per un pezzo di pane
o un bacio non dato
oh cosa sarà
che ti svegli al mattino e sei serio
che ti fa morire ridendo di notte
all'ombra di un desiderio

DUE RIGHE, SCRITTE DI GETTO, ALLA NOTIZIA DELLA SUA MORTE

2 comments:

silvano said...

Hai detto bene, anzi l'ha detto lui "Cosa sarà" che in poche righe dice tutto il mistero che c'è senza fare distinzioni tra persone e le loro credenze.
ciao.

laura said...

questa canzone, la cassetta C90 dei miei diciott'anni, lo svirgolamento sull'assolo di clarinetto, dovuto al fatto che l'avevo registrata dalla radio, e il dj l'aveva disannunciata. e dentro tutte le speranze, i sogni, le aspettative o le aspettavite che a diciott'anni si possono avere. il caldo del luglio della maturità. e insieme il futuro da scrivere.
una vita, passata come una giornata.
mi accorgo solo oggi che lucio dalla era una parte della mia vita.
mi accorgo solo oggi che la vita sta passando.
e cosa sarà...

Can't help falling in love with you

Morire sulla tazza del gabinetto non è esattamente una morte da re. Morire perché da giorni non riesci ad evacuare, e lo sforzo è tale da pr...