Saturday, May 22, 2010

The heart of saturday night

Se vinciamo sarò troppo ubriaco per ricordarmi che abbiamo vinto. Se perdiamo sarò troppo ubriaco per ricordarmi che c'è stata una finale di coppa dei campioni.

Comunque vada sarò ubriaco.

It's almost saturday night, the heart of saturday night. And what a night. Che poi, ma già si sapeva, questa notte è la dimostrazione che l'Inter è l'unica vera squadra rock'n'roll. Per quelli che sorridono perché sono passati 45 anni dall'ultima vittoria in Champions: già, questa notte sa un po' di quelle reunion che fanno solo le grandi rock band. Un po' come se gli Stones avessero lasciato il palco 45 anni fa, al momento di Satisfaction, quello della gloria eccelsa. E ci tornassero stasera per la più grande reunion che la storia del calcio ricordi.

Comunque vada, ci rimane sempre una cosa:

4 comments:

Maurizio Pratelli said...

Peccato Domani non si possa bissare almeno la bevuta insieme. Comunque vada c'è solo l'Inter.... E qualche vecchia canzone.

Blue Bottazzi said...

Riesci ad emozionarmi persino con una squadra di calcio, neanche ci giocassero Sarti, Burgnich, Facchetti, Guarnieri, Bedin, Mazzola, Suarez, Jair, Peirò, Corso...

laura said...

e io, che ho qui in casa un ragazzino di dodici anni che sta cantando pazza inter da stamattina, e una bimba di nove che sventola un bandierone che potrebbe essere il suo lenzuolo, mi emoziono ancora di più. perché voglio proprio che, vada come vada, se la ricordino, questa strafottutissima finale di champions con l'inter. anche per me, che aspetto da quando sono nata, più o meno...
:-)

silvano said...

Domani saremo ubriachi e felici vada come vada, grazie magica inter.

Can't help falling in love with you

Morire sulla tazza del gabinetto non è esattamente una morte da re. Morire perché da giorni non riesci ad evacuare, e lo sforzo è tale da pr...