Tuesday, March 04, 2008

Campagna elettorale

Se cinque lavoratori muoiono sul posto di lavoro, cercando di salvarsi l’uno con l’altro. Se due bambini vengono lasciati a morire in un pozzo come fossero topi, a 400 metri dalla piazza principale della loro città, mentre va di scena l’imbecillimento da grande fratello quotidiano. Se i programmi elettorali dei principali candidati al governo sono identici l’uno all’altro e al massimo sanno promettere l’eliminazione della tassa dell’Ici, e intanto la moglie del primo ministro ancora in carica osa dire che la salvezza della scuola è che gli studenti facciano i bravi e seguano le regole. Se il beppegrillismo rampante è solo moralismo senza morale, come un prete senza tonaca che blatera idealismo senza ideale. Se la cultura è ormai solo un buco da riempire con l’ecologismo trendy da salotto.

Datemi tre accordi di chitarra fusi con il potere della parola: “Ho visto il futuro baby, è assassinio”.

The Future
(Leonard Cohen)

Ridatemi la mia notte infranta
La mia stanza degli specchi, la mia vita segreta
Ci si sente soli qui
Non c’è più nessuno da torturare
Datemi il controllo assoluto
Su ogni anima vivente
E stenditi accanto a me, baby
Questo è un ordine!

Datemi del crack e il sesso anale
Prendetevi l’unico albero rimasto
E ficcatelo nel buco
Della vostra cultura
Ridatemi il muro di Berlino
Ridatemi Stalin e San Paolo
Ho visto il futuro, fratello:
È assassinio

Le cose cominceranno a scivolare, in tutte le direzioni
Non sarà nulla
Nulla che potrai più misurare
La tempesta del mondo
Ha attraversato la soglia
E ha sovvertito
L’ordine dell’anima
Quando dicono PENTITI
Mi domando cosa intendano

Non puoi conoscermi dal vento
Non lo potrai mai, non lo hai mai potuto
Io ero il piccolo ebreo
Che scrisse la Bibbia
Ho visto le nazioni sorgere e crollare
Ho ascoltato le loro storie, le ho sentite tutte
Ma l’amore è il solo motore della sopravvivenza
Il tuo servo è qui, gli è stato detto
Di parlare chiaro, di dirlo freddo
È finita, non si andrà più avanti
E adesso le ruote del cielo si fermano
Puoi sentire il raccolto del diavolo
Sii pronto per il futuro:
È assassinio

L’antico codice d’occidente verrà spezzato
La tua vita privata improvvisamente esploderà
Ci saranno fantasmi
Ci saranno fuochi per le strade
E un uomo bianco che danza
Vedrai una donna
A testa in giù
Le sue parti coperte da una gonna cadente
E tutti quei poeti da quattro soldi
Arriveranno
Cercando di assomigliare a Charles Manson

Ridatemi il muro di Berlino
Ridatemi Stalin e San Paolo
Ridatemi il Cristo
Oppure ridatemi Hiroshima
Distruggete un altro feto, adesso
Tanto i bambini non ci piacciono comunque
Ho visto il futuro baby:
È assassinio

3 comments:

Anonymous said...

queto post mi ha ghiacciato il sangue nelle vene come la voce di cohen in the future ma sinceramente io e te sappiamo che dentro tutto questo, e tranquilli non lo saremo mai, è possibile un gioco diverso...

Paolo Vites said...

....ma sinceramente io e te sappiamo che dentro tutto questo, e tranquilli non lo saremo mai, è possibile un gioco diverso...


.....said the joker to the thief.... :-)

Anonymous said...

l'è dura....
giusto alzare la testa

Luca Skywalker

Can't help falling in love with you

Morire sulla tazza del gabinetto non è esattamente una morte da re. Morire perché da giorni non riesci ad evacuare, e lo sforzo è tale da pr...