Thursday, February 05, 2009

Magic: le canzoni

Mi sono fatto la compilation delle canzoni citate nel libro. È divertente. È la versione audio del libro. Ho dovuto lasciarne fuori qualcuna perché in un cd solo non ci stavano tutte. Ad esempio Elliott Murphy (cazzo!), Bruce Springsteen e Sheryl Crow. Ascoltandolo mi sono accorto che sono praticamente tutte canzoni tristi. Mi piacciono ancor di più. Magari fra un po', come si fa per i grandi film, faccio anche un cd tipo "Songs ispired by Magic". O faccio un secondo volume di questo cd, perché No Surrender ci deve proprio entrare.

Magic va anche on the road. Il 14 febbraio (St. Valentine Day...) a Chiavari: si torna a casa. Partecipano Giovanni De Cillis e Renzo Cozzani, canteranno alcune canzoni del libro; il 21 marzo a Gazzada (WelcHome - Art Food Living Complesso Lorenzini
Rotonda di GAZZADA Via Morazzone, 60 ), con l'amico Marco Zanzi della Piedmont Brothers Band: Magic goes country!. Una data ancora da fissare a Bresso (Milano) ma già sicura, probabilmente aprile. Poi una grande festa finale a Milano, ancora top secret. Sarà The last magic waltz.
Stay tuned.
Grazie Anna per la copertina e il retro. Copyright, of course (la copertina veramente è marroncina, non azzurrina.. non chiedetemi perché è venuta fuori di questo colore... its magic!).

14 comments:

Spino said...

Gran bella Compilation!
Ma dai vieni a Gazzada? a due passi da casa mia, ci sarò!

Fausto Leali said...

Hey, questa compilation la voglio anch'io!
Verrò nella Seattle della Brianza (Bresso)!

ciocco72 said...

tutti a gazzada!

Maurizio Pratelli said...

Che canzoni! Ci vuole il doppio si. Vedo che anche tu fai ancora le compilation senza mp3, ovvero fai un disco. Grande

silvano said...

Complimenti per la compilation e per non usare gli mp3, i cd durano al massimo 77/78 minuti e che diamine.
A me non sembra, ma pensandoci, quando devo scegliere delle canzoni, pensare alle canzoni preferite, la maggioranza anche per me è rappresentata da quelle tristi.
"Saturday night and I'm all alone
Don't have a date, I'm just sittin' home
The radio's playin' the tap tunes tonight
Play me a sad song (oh yes)
Please mister deejay (yes)
Play me a sad song tonight (ooh-ooh)", diceva il giovanissimo Paul Simon.
ciao Paolo.
silvano.

Frank the mule. said...

Paolo..... sei riuscito a stare senza scrivere solo 12 ore.
VIVA L'INCOERENZA. Anche se per poco mi sei mancato.

Paolo Vites said...

sì però avrai notato anche tu che il livello si è notevolmente abbassato... così non c'è più nulla di interessante da mettere sulle rubriche della posta dei giornali altrui

Anonymous said...

grande Paolo, a Bresso o a Gazzada ci sarò e mi porterò un pò di fan della buona musica, stay well, marcello

Vernè said...

Felicissimo che sei rimasto e che il tutto ti abbia portato nuovi lettori. Spero che ,ne ero tentato anch'io...,non molti siano passati in edicola per ritirare il Mucchio per vedere l'origine dell'inca.....
Potere mediatico....
Perchè non ho qualche anno in meno (e qualche acciacco) per poter venire a vedervi???...

Anonymous said...

ottima scelta Ring them bells!

Luca Skywalker

Max said...

Eccellente compilation !
Bentornato :)

Francis the talking mule said...

Chiedi a Mr. BOB. E' il gusto amaro del successo....... Ma io, fossi in te, me ne sbatterei magicamente la minchia e scriverei quel cazzo che voglio: non si può comandare a Dylan di scrivere una canzone "politically correct". E allora perchè bisognerebbe comandare a Paolo Vites di essere "politically correct"?

Be yourself man and fuck "The Wild Bunch".

hazel said...

Azz....devo averlo per forza il tuo libro...Saint valentine's day sara' l'occasione buona.

Anonymous said...

ricordo che avevo fatto anch'io una cosa simile

però era col libro di un altro

era alta fedeltà, hornby
e che fatica trovare tutte le tracce

però ce l'avevo fatta. da monomaniaci, però vivi.

bentornato

:-)
c_l

Sympathy for the Lord

"Non puoi combattere la musica gospel. Non puoi combattere una Messa di Beethoven, o l'altezza delle guglie di una cattedrale. Non ...