Wednesday, February 11, 2009

Silly Love Songs

«Nell'esperienza di un grande amore tutto ciò che accade diventa un avvenimento nel suo ambito»
Romano Guardini

Sembra si intitolerà My Own Love Song, traducibile più o meno con un “la mia personale canzone d’amore”, il nuovo disco di Bob Dylan in uscita a fine aprile. L’anno scorso, al cantautore americano era stato chiesto di scrivere alcune canzoni per la colonna sonora del film del regista francese Olivier Dahan, dal medesimo titolo. Ne ha scritta qualcuna (che nel film sono cantate dall’attrice Renee Zellweger), poi ci ha preso gusto, ne ha scritte altre e ha pensato che valesse la pena di radunarle tutte insieme in un suo nuovo album. Nel disco tra gli altri è presente l’eccellente chitarrista degli Heartbreakers Mike Campbell e un – ancora misterioso – musicista si dice appartenente a un importante gruppo rock. Le speculazioni sono aperte: io dico Jack White dei White Stripes.
Il disco è stato registrato lo scorso ottobre 2008 a Los Angeles e Santa Monica, in California. Tra aprile e maggio Dylan sarà in tour in Europa. Ai primi di maggio si esibirà a Londra alla 02 Arena dove si parla di un concerto speciale in cui potrebbe presentare il nuovo disco.

Sono tutte notizie rinfrescanti: nuovi musicisti, un progetto che ha appassionato l’autore (vale la pena ricordare che Slow Train Coming inizialmente era una serie di canzoni che Dylan aveva scritto perché la sua corista le incidesse, poi aveva deciso di riappropriarsene) e soprattutto un tema, che è quello che Bob Dylan ha trattato in maniera superba e in modo continuativo, fino a farlo diventare il “suo tema”: l’amore.
Fa sorridere che un uomo di quasi 70 anni scriva ancora delle pene del cuore? No, perché come diceva Nick Cave, “la Canzone d’Amore è la luce di Dio, giù nel profondo, che si fa largo tra le nostre ferite. Alla fine la Canzone d’Amore esiste per riempire, con il linguaggio, il silenzio tra noi stessi e Dio, per abbattere la distanza tra il temporale e il divino”. Non c’è tema più appassionante, più profondo e più umano che scrivere dell’amore. Perché è nel desiderio di unirsi all’altro che si svela quello di cui siamo fatti, quell’incompletezza che ci definisce, quell’ansia che rivela la nostra natura di esseri imperfetti. È nella constatazione della caducità stessa del rapporto affettivo, del suo inevitabile corrompersi, che siamo portati a desiderare sempre di più qualcosa di sempre più grande, che finalmente appaghi la nostra inquietitudine.
In fondo, la Divina Commedia era solo una grande storia d’amore.
Allora ecco la mia Top Ten delle più belle canzoni d’amore di Bob Dylan:
1.Sad Eyed Lady Of The Lowlands
2.Just Like A Woman
3.Idiot Wind
4.Red River Girl
5.I Want You
6.One More Cup Of Coffee
7.Shooting Star
8.Girl From the North Country
9.Is Your Love In Vain?
10.Love Minus Zero/No Limit

24 comments:

Spino said...

Notiziona!
Jack White???? ma maaagariiii!
Chissà se ci degnerà di qualche nuova canzone in tour...

lillo said...

notiziona!!!! meraviglioso!
signor vites grazie, tu fai grande la mia giornata di fan!

fra l'altro, per aggiungere ancora una freccia al tuo arco, l'ultimo libro scritto da ungaretti (alla bella età di 80 anni!) è un libro di poesie d'amore, si chiama dialogo e forse non è il suo capolavoro ma è lo stesso un libro stupendo...

quanto alla tua lista delle più belle canzoni d'amore di dylan(ovviamente) non sono assolutamente d'accordo ;)

ma queste sono quelle cose che fanno più belle le discussioni dei fan...

poldo said...

caro Vites,
ti sei dimenticato della più grande canzone di amore di Dylan, o perlomeno la più sentita: NWE PONY !!!! hahaha Poldo

poldo said...

refuso : volevo dire NEW PONY

ciocco72 said...

Jack White yes deve essere lui, tempo fa dichiaro' di essere stato in studio con bob.
...comunque Love Minus Zero/No limit e' la nro 1 : "Valentines can't buy her"...

silvano said...

Gran bella notizia Paolo.
Ascolta, mi sembra di capire di no..., ma non credi che ci sia la possibilità che magari per il Tour italiano in aprile, ci faccia scappare qualche anticipazione del nuovo disco. Avrei già preso i biglietti...
ciao, silvano.
P.S. adesso non ho molto tempo, ma appena mi libero un po', provo anch'io a stilare una classifica delle "silly love songs" di Dylan.

Paolo Vites said...

poldo, devo sempre spiegarti tutto: new pony - grandissima canzone - non è una canzone d'amore, è una fuckin' song.

silvano, dylan non fa più canzoni inedite dal vivo dal 1980, per paura dei bootlegger. però c'è questo show misterioso a londra - peraltro già sold out...

Randa said...

wow che scoop!!

che hai deciso, al Forum ci vieni?

McTell said...

La Felicità...è un nuovo album di Dylan! Bella notizia davvero. Ho letto che a marzo sarai a gazzada, sono di varese anch'io, cercherò di esserci. A presto!

McTell

Maurizio Pratelli said...

C'è odore di gran disco, almeno in questo grande post. Sara è una canzone d'amore, no? Te la metto in panchina con To Be Alone With You e Buckets of rain. Anzi Buckets of rain me la fai giocare subito?

anna said...

wow, shot of love!
bello anche il bozzetto

lillo, dialogo di Ungaretti lo cerco subito...

Stefano said...

Wowwwwww grande notizia!!!
Secondo me sara' il Masterpiece di Bob,ne sono sicuro!
....
Uhm.....secondo me la piu' bella song di Dylan d'amore e'..."Sara"

Skywalkerboh said...

Questa è la cosa più bella che ho sentito in questo 2009.
Ora inizia un tempo buio e cupo: quello dell'attesa... che riempirò com'è mio solito fare con l'ascolto di un po' di zio Bob, partendo proprio dalla tua top-ten, dove trovo alcune fra le mie preferite di sempre.
GRAZIE!

Luca Skywalker

Fausto Leali said...

bellissima notizia dentro uno splendido post!

Anonymous said...

My love she speaks like silence,
Without ideals or violence,
She doesn't have to say she's faithful,
Yet she's true, like ice, like fire.
People carry roses,
Make promises by the hours,
My love she laughs like the flowers,
Valentines can't buy her.

alexan

Gattosecco said...

A me piace un casino "THe Wedding Song"... sarà che Planet Waves per me è stato abbastanza sottovalutato, sarà che la copertina l'hanno usata dalle mie parti per farci l'etichetta di un vino...

Paolo Vites said...

ho bevuto il visions of j., dello stesso produttore

Anonymous said...

bel post, vado a risentirmi le canzoni della tua top ten, ciao, marcello

carlo said...

WOWW!! Non vedo l'ora!

Paolo, tu andrai al concerto di milano? L'ultima volta che ho visto bob dal vivo mi ha un po deluso...

Ciao!

Carlo

laura said...

ecco che la_prof tira fuori la penna rossa
e dice che la commedia si chiama commedia e Dante non ha mai voluto chiamarla anche divina (semmai, nel testo si legge di 'poema sacro', roba ben diversa).
eppoi, 'in fondo' non è 'solo una storia d'amore', almeno, non nel senso di amore uomo_donna. quella è una lettura che lascio volentieri a benigni e al suo bisogno di umanizzare il divino.
l'amore per Dante è ben altro. è esperienza umana che prefigura quella divina. e nella commedia c'è, soprattutto, la profonda solitudine dell'uomo, nella quale si trova la ricerca di Dio.

per il resto, bella notizia...:-)

c_l

Paolo Vites said...

haha meno male che si sono i professori a insegnarci ancora qualcosa.. grazie amica!

laura said...

comunque, io metto dentro anche visions of johanna

laura said...

e lay lady lay

(trallaltro, ho appena sentito una bella cover di maria muldaur...)

Paolo Vites said...

svelato il mystery guitarist.. david hidalgo dei los lobos

Sympathy for the Lord

"Non puoi combattere la musica gospel. Non puoi combattere una Messa di Beethoven, o l'altezza delle guglie di una cattedrale. Non ...