Thursday, April 03, 2008

Stasera è che cosa significa essere giovane

Se mai una canzone ha avuto la presunzione di rappresentare tutto quello che il rock’n’roll può essere davvero e che il rock'n'roll è capace di fermare il tempo, rivoltare il tempo, ingannare il tempo, è questa qui. Certo, le citazioni al suo interno si sprecano, Springsteen in primis, che è stato il migliore a dirci queste cose.
Attenzione che per apprezzarla veramente bisogna essere dei fottuti romantici, ma se non lo siete non avrete mai apprezzato davvero la musica rock. Non avrete mai neanche apprezzato la vita fino in fondo, perché se non si ha il cuore aperto a desiderare che “il fuoco cominci, dire una preghiera perché la magia accada”, se la vostra giovinezza non è mai stata un desiderio grande di toccare e svelare il mistero… be’, che cavolo ascoltate musica rock a fare? Stasera è che cosa significa essere giovane.

“Noi balliamo per la persona inquieta e quella con il cuore spezzato, lascia che il divertimento cominci, lascia che il fuoco si accenda, noi balliamo per il disperato e per chi ha il cuore spezzato… Dì una preghiera nell’oscurità affinché la magia accada: stasera è che cosa significa essere giovane”.

“Una canzone rock può contenere tutto il mondo”, ed è perché questa magia riaccada ogni volta che ascolto ancora canzoni e vado ancora ai concerti, accada quel che accada.
E in questo formidabile video (il film che lo presentava era il bellissimo Streets of Fire, 1984) c’è tutto quanto: le scansioni temporali si stravolgono e si sovrappongono: un attimo sono gli anni 50, poi sono gli 80 e quindi c’è tutto il glamour e l’eccesso dei 70. Ma ci sono anche i sogni degli anni 60, quando il gruppo di vocalist di colore entra in scena, con quei passi di danza degni dei migliori gruppi Motown, la regia compie un miracolo di emozioni. Sul palco accade di tutto, e proprio come dice la canzone, “Stasera è che cosa significa essere giovane”. Cioè, la giovinezza è quella dimensione del cuore – non importa quanti anni hai davvero– a qualunque età, pronti a prendere la vita fino in fondo, a osare di dare un volto al mistero.

“Ho fatto un sogno, in cui l’oscurità era finita, ce ne stavamo sdraiati ai raggi del sole, ma è solo un sogno e invece stanotte è per davvero, non saprai mai cosa significhi davvero, ma saprai come ci si sente: sarà finita prima ancora che cominci”.

Per quel poco che una canzone dura, la magia è accaduta. Non potrai più essere lo stesso, dopo.

8 comments:

Anonymous said...

per una volta tanto che fai un post non su uno dei soliti 4/5 nomi che ricorrono qui non me lo citi neanche? jim steinman! ma varda te...

andrea

Paolo Vites said...

dici che sono monotematico? ti faccio un post sul più bel disco rock di tutti i tempi, quello di Polpettone che vola via dall'inferno!

Anonymous said...

ho visto questo film... l'ho beccato una sola volta alla tv tempo fa, a notte fonda... il rock passa poco, è scomodo ai palinsesti etichettati a un'utenza piatta... quella della tv!

Luca Skywalker

"la musica insegna che se vuoi cambiare il mondo, non puoi farlo... ma puoi fare qualcosa per renderlo un po' migliore" Woody Guthrie

Paolo Vites said...

il titolo del film si riferisce proprio al brano di springsteen; inizialmente gli chiesero il permesso di usarlo nell'ultima scena- quella del video che ho messo su - ma quando gli dissero che l'avrebbe cantata la tipa, lui rifiutò l'utilizzo..

Spino said...

il film mi manca... apprendo che il regista è quello dei Guerrieri della notte.

Anonymous said...

good start

Anonymous said...

quello che stavo cercando, grazie

Anonymous said...

Perche non:)

Sympathy for the Lord

"Non puoi combattere la musica gospel. Non puoi combattere una Messa di Beethoven, o l'altezza delle guglie di una cattedrale. Non ...