Monday, December 21, 2009

Merry Christmas baby

Ci vediamo lungo la strada. Che ne siamo degni
(Francesco De Gregori)

Ho viste cose che voi umani non potreste immaginare. Bicchieri di negroni e gin tonic uno sull'altro durante ogni happy hour da Lambrate a Porta Ticinese. Nessuna ora è mai stata più infelice di quelle. Mi sono rinchiuso in macchina in una afosa notte di fine luglio a urlare e picchiare i pugni contro i vetri. Ho giocato a carte con il diavolo mentre un angelo mi accarezzava e implorava di seguirlo. Sulle rive del Fiume Rosso ho pianto calde lacrime e ho distrutto bottiglie ormai vuote contro i sassi in una spiaggia davanti al mare a pochi metri da dove baciai il mio primo amore. Nella mia testa ho scritto due libri che nessuno leggerà mai, mentre guidavo nella tempesta ascoltando un milione di volte qualcuno che cantava sono malato d'amore, ma ci sono dentro fino al collo.

Ho bestemmiato il nome di Dio e anche quello di lei. Mi sono fumato il cervello con sigarette e canzoni per notti intere. Ho cenato con re e regine, e ho bruciato le mie ali. Da qualche parte, qualcuno tirava fuori il mio nome dal suo cilindro e decideva che era il mio turno: disprezzo gelosia e malavoglia mi sono piovuti addosso con innocenza. Il ragazzino sperduto che si prendeva così sul serio non c'è più. Nell'appartamento di fronte al mio, le luci andavano e venivano mentre il termosifone tossiva e la radio suonava piano. Mi sono chiesto qual è il prezzo da pagare per non ripetere tutto un'altra volta. Alla fine, sulla strada per Reno, in una tempesta di neve, mi sono perduto e poi ritrovato. Non ero mai solo, non lo sono mai stato anche se credevo di esserlo. Il male che ho fatto lo porto dentro come una cicatrice che non si richiuderà mai, perché è dalle crepe che passa la luce.

Sono le quattro del mattino, è la fine di dicembre. Fra due giorni è Natale, ci scommetto che nevica, ci scommetto dal freddo che fa. Fra due giorni è Natale, non va bene, non va male. Buonanotte, torna presto e così sia.

E' stato un anno lungo un giorno, ma siamo ancora indietro di un mattino. Strike another match, go start a-new. Now that the past is gone.

Hanno cantata con me: il replicante Roy Batty, Bob Dylan, Johnny Cash, Bruce Springsteen, Leonard Cohen, Francesco De Gregori.

Dedicato ai miei angeli di Internet. They know who they are.


Buon Natale a tutti i lettori di questo blog

31 comments:

Anonymous said...

Buon Natale Paolo,
have yourself a merry little Xmas
alexan wolf

Anonymous said...

buon natale a te che ci riempi i cuori con le tue parole,grazie.

Fausto Leali said...

E questo di fine anno é un masterpiece.
Buon Natale a te ed a chi hai accanto.
Un abbraccio

Maurizio Pratelli said...

Buon Natale a te. E grazie per quanto ci hai permesso di condividere con te. Un abbraccio.

Simone Cavatorta said...

Scopro solo ora questo bellissimo blog, che sicuramente frequenterò da qui in avanti.
Buon Natale

ciciuxs said...

mi capita spesso di specchiarmi nelle tue parole, lo sai. Grazie amico per averlo fatto ancora una volta e così bene.
Buon Natale a te.

PS e vediamo di farla sta bevuta per cominciare bene l'anno nuovo

Stefano said...

Buon Natale!

Anonymous said...

non sono bravo ad usare le parole, ma posso solo ringraziarti per la tua capacità di destare il mio cuore e aprire quella ferita di cui parli..grazie e buon Natale...

Anonymous said...

Di chi sono queste?
1)Il male che ho fatto lo porto dentro come una cicatrice che non si richiuderà mai, perché è dalle crepe che passa la luce.
2)Da qualche parte, qualcuno tirava fuori il mio nome dal suo cilindro e decideva che era il mio turno: disprezzo gelosia e malavoglia mi sono piovuti addosso con innocenza

Grazie infinite e auguri a tutti.

anna said...

questo Natale me ne ricorda uno di 27 anni fa, non per la neve, non per il freddo ma per la voce di Dylan, l'arrivo di un uomo che mi ha sconvolto la vita (Dio) e perchè sei il mio amico numero uno!
auguri a te, la family e gli amigos di questo blog!

Paolo Vites said...

1) "Il male che ho fatto lo porto dentro come una cicatrice che non si richiuderà mai" (mio), "perché è dalle crepe che passa la luce" (L. Cohen).

2) "Da qualche parte, qualcuno tirava fuori il mio nome dal suo cilindro e decideva che era il mio turno: disprezzo gelosia e malavoglia mi sono piovuti addosso con innocenza" (tutto mio purtroppo)

claire said...

buon natale, paolo, sei un grande uomo e il mio più caro amico.

Deiv said...

ciao paolo,
complimenti, un post discretamente preso male...mi ci ritrovo tantissimo...non ho capito quale sia il tuo giudizio sui negroni e sui gin lemon impilati in ticinese... ma forse non è questo il punto...
il punto è che ti auguro un felice natale...ancora una volta sono a dirti che speravo di poter imparare di più da uno che ha vissuto tanto (in termini quantitativi e qualitativi) come te.
salaam aleikum
d

Il Barbagianni said...

Un buon Natale dal Barbagianni...

laura said...

il sogno di stanotte
e le parole di stamattina

il caos che è caso e mai viceversa
e la musica, che è sopra tutto, soprattutto.

grazie

Paolo Vites said...

Deiv, il gin lemon è per le ragazzine.... un abbraccio amico, in fondo ci siamo divertiti e qualche gran disco te l'ho dato.. o no??

Fausto Leali said...

Sai cosa ci vedo, dentro questo post?
Ci vedo una strada lunga, percorsa con fatica e sacrificio, ma anche con gioia e con passione.
In ogni caso una strada che ha fatto sì che tanta polvere si accumulasse su di te. E' per questo, in un certo senso, che prevale la tristezza e la malinconia. Perché quando la polvere si accumula é più difficile scorgere la scopo, ciò che ti ha mosso e sostenuto lungo il cammino.
Ma tu quello Scopo non lo devi perder mai: é ciò che ritrovi alla sera, alla fine della giornata, alla fine della strada che porta verso casa. E' lo Sguardo che ritrovi se quella polvere é il risultato dell'aver amato.
Quello Sguardo io l'ho sempre visto in te, a volte tra le righe, altre volte dichiarato, ma é ciò che fa unico il tuo cammino. Ed è ciò che mi affascina e mi attrae in quello che trasmetti, che rende affascinante e irripetibile il tuo scrivere.
Non smarrirlo mai.

Un abbraccio, amico.

Skywalkerboh said...

Davvero molto bello questo post, Paolo.
Ringrazio per gli Auguri e ricambio con Stima, continua a scrivere: con tutte le schifezze che girano, le tue parole sono sempre ben accolte

Luca da SS - Auguri a Tutti

Paolo Bassotti said...

"All the merry little elves can go hang themselves..."

Buone Feste, Paolo,
grazie di cuore per le cose che scrivi,
Pao.

lillo said...

ma sai che sei bello col pizzetto? e con accanto de gregori sei ancora più bello!

buon natale mr. vites

Anonymous said...

Buon Natale a te e alla tua famiglia, Marcello

Elvis Spectrum said...

Grande Paolo
questo post mi ha acceso in un momento di calma piatta dove solo un disco di dylan e di bruce sanno farmi sentire ancorta vivo... respiro lentamente x paura di far rumore, ma la tue parole bruciano di vita e di onestà!

buone feste e buona vita

credo tu sia davvero il nostro grande Guru!!! ;)))

Mick-Blackstone said...

Sulle rive del fiume rosso ho pianto calde lacrime , mentre guidavo nella tempesta ascoltando un milione di volte qualcuno che cantava.
Ho bestemmiato il nome di Dio. Mi sono fumato il cervello con sigarette e canzoni per notti intere ed ho bruciato le mie ali. Da qualche parte qualcunpo tirava fuori il suo nome dal cilindro e decideva che era il suo turno.
Un sabato sera , poco tempo fa suonavamo le canzoni di Bob ,domenica Lanny non c'era più , se n'era andato a bussare alle porte del paradiso.
Ora il mondo è diverso, niente più come prima , all'improvviso , manca un pezzo amico , qualcuno se l'è portato via senza darmi una spiegazione od una ragione accettabile.
Buon Natale anche a te caro Paolo , le tue parole riempiono i miei vuoti , you cut to the core quiker than anyone i knew ! Buon Natele anche a te Lanny , ovunque tu sia , i'll remember you....

poldo said...

"Il bene non fa rumore, il rumore non fa bene" (Niccolo' Castiglioni)
Buon Natale da Poldo

ciocco72 said...

good fuckin' xmas!

jacksie said...

Ciao Paolino,
Christams morining is coming down, tieni botta fortunatamente Santa Claus ha avuto la buona idea di farsi vivo solo una volta all'anno. Ti faccio i miei più sinceri auguri ricordandoti che aspetto ancora la telefonata della settimana scorsa. Inoltre bonariamente e metafisicamente ti scaglio una Ghirlandina miniaturizzata in ghisa pesantissima sulla pelata, pare che il bersagliato da oggetti di questa natura dopo pochi giorni di convalescenza divenga improvvisamnete: buono, saggio e soprattutto "ottimista".
Un bez
Jacksie

Angel said...

Meraviglia delle meraviglie. Ora tutti in silenzio con le orecchie tese.... che Lui sta arrivando ed anche una Wodka Lemon inizia ad avere un senso.

silvano said...

Ciao Paolo, augurdi di buon Natale.
silvano.

hazel said...

Good fuckin' xmas mugugnone ligure che non sei altro:-)

Paolo Vites said...

belìn

Anonymous said...

Auguri di Buone Feste di Natale !

Can't help falling in love with you

Morire sulla tazza del gabinetto non è esattamente una morte da re. Morire perché da giorni non riesci ad evacuare, e lo sforzo è tale da pr...