Monday, December 28, 2009

The music they made

Un tributo ad alcuni (alcune notevoli dimenticanze, Vic Chesnutt uno di essi) dei grandi musicisti scomparsi quest'anno.

http://www.nytimes.com/interactive/2009/12/23/magazine/music-they-made-audioss/index.html

7 comments:

Anonymous said...

Devo dire che è ben fatto e anche commovente, grazie a loro e grazie a te Paolo, Marcello

anna said...

quanti...
e ora se ne stanno a cantare e suonare in paradiso, son sicura

ciocco72 said...

...o all'inferno...
RIP

Paolo Vites said...

nel frattempo si sono uniti all'allegra schiera il chitarrista di big brother and the holding company e il fondatore degli steelye span

Maurizio Pratelli said...

speriamo si finita per quest'anno...

laura said...

stavo pensando oggi
che d'ora in poi sarà il destino della nostra generazione ricordare e far vivere chi non è più in questo mondo.
maestri che ci sono stati vicini molto più di quelli che avevamo accanto ogni giorno.
poeti che ci hanno insegnato molto più di quelli che ci obbligavano a leggere.
compagni di viaggio e di vita, molto più di quelli che ci trovavamo a scuola o altrove.
ricordo gli occhi umidi di mio padre, quando morì louis armstrong.
allora non lo capii.
ora sì.

anyway, buon anno...:-)
(che bello: la word verification mi dice di scrivere ASTRA...:-))

Giovanni said...

Non sapevo fosse morta Mercedes Sosa! Grazie del post!

Rockin' all the way down to Italy

Poteva essere una cantina da qualche parte tra Juarez (ma non era il giorno di Pasqua) e il Rio Grande. Il cortile interno di un vecchio edi...